La cinghia distribuzione è un elemento indispensabile per il corretto funzionamento dell’auto. Essendo soggetta ad usura è obbligatorio verificarne lo “stato di salute” dopo un certo numero di chilometri percorsi o di anni di anzianità del veicolo.

La rottura della cinghia distribuzione può infatti arrecare danni così gravi da rendere necessaria la sostituzione del motore. Per questo motivo è meglio sapere fin da subito quando si cambia, dove cambiare la cinghia distribuzione a Belluno e provincia e quanto costa la sostituzione.

 

Cos’è la cinghia distribuzione e a cosa serve

Si tratta di una sorta di nastro chiuso, dentato e in materiale plastico, non rigido, ma anzi abbastanza flessibile da poter reggere le continue sollecitazioni del motore. La cinghia distribuzione infatti sincronizza l’albero motore con l’albero a camme. Quest’ultimo è responsabile dell’apertura e chiusura delle valvole e quindi delle fasi di scoppio e aspirazione dei cilindri del motore.

In alcune auto la cinghia distribuzione sincronizza anche il funzionamento della pompa dell’acqua che, insieme al radiatore, gestisce il sistema di raffreddamento del motore.

Per fare tutto questo lavoro la cinghia distribuzione è mantenuta in uno stato di tensione continua, sia per evitare slittamenti che per garantire una perfetta sincronizzazione degli ingranaggi.

 

Cosa succede se si rompe la cinghia distribuzione?

Le sollecitazioni e i continui sbalzi di temperatura a cui è sottoposta possono però nel tempo usurare la cinghia. Questa condizione, se trascurata, può portare alla sua lacerazione.

La rottura della cinghia di distribuzione può danneggiare in modo importante il motore e renderlo inutilizzabile. I primi elementi ad essere rovinati sono i pistoni, le valvole, l’albero motore ma anche la pompa dell’acqua.

Alcune tipologie di propulsore montate sulle automobili di nuova generazione hanno in parte risolto questo problema. In che modo? Limitando con alcuni accorgimenti tecnologici le conseguenze in caso di rottura. Oppure utilizzando catene in metallo o altri materiali, come ad esempio le cinghie in kevlar molto più resistenti e meno soggette ad usura.

L’aspetto positivo è che sostituire la cinghia distribuzione nelle date stabilite dalla casa automobilistica evita conseguenze dannose e allunga la vita della propria auto.

Quando sostituire la cinghia distribuzione

Il libretto di manutenzione dell’auto indica con chiarezza quando si deve sostituire la cinghia distribuzione, specificando il numero in chilometri percorsi oppure in anni del veicolo.

La prima cosa da fare è quindi leggere le indicazioni fornite dal libretto di manutenzione. Successivamente si confrontano con il numero di chilometri indicati sul cruscotto dell’auto e con l’anno di immatricolazione che si trova sul libretto di circolazione.

In linea generale la cinghia distribuzione deve essere sostituita:

• dopo i 100 mila chilometri di percorrenza

• dopo 5/6 anni di utilizzo dell’auto.

Le cinghie in kevlar durano molto più a lungo (anche fino a 250 mila km) rispetto a quelle tradizionali.

 

Devo fare la manutenzione alla cinghia distribuzione?

Per evitare rotture o usura della cinghia è necessario sottoporla a controlli regolari almeno ogni 30 mila chilometri e poi procedere alla sostituzione in base alle indicazioni previste nel libretto di manutenzione.

Durante il controllo di routine della cinghia di distribuzione il meccanico verifica la corretta tensione della cinghia e il suo stato di salute in generale. In questo modo individua eventuali problematiche che potrebbero comprometterne l’integrità.

 

Perché la cinghia distribuzione si deteriora?

Oltre alla normale usura che deriva dall’utilizzo, la cinghia distribuzione può danneggiarsi prima dei tempi previsti. Questo può accadere per vari motivi ad esempio:

• quando i cuscinetti tendicinghia sono già usurati o non funzionano bene

• se il motore raggiunge costantemente una temperatura eccessiva

• se le pulegge non sono perfettamente allineate

• se vi sono dei corpi estranei che aumentano la tensione.

Ma soprattutto la cinghia distribuzione si deteriora se la si utilizza per un numero eccessivo di chilometri oltre quelli stabiliti senza effettuare controlli regolari.

Anche le catene di distribuzione devono essere sostituite quando iniziano a fare rumore o al raggiungimento dei chilometri previsti dalla casa.

Tuttavia, essendo interne al motore non è possibile fare un controllo regolare. La catena distribuzione non è soggetta a rottura come le tradizionali cinghie distribuzione. Tuttavia, potrebbe uscire dalla sede in caso di deterioramento del tendicatena idraulico (ad olio) causando gravi danni al motore. Sempre meglio quindi al primo rumore strano portare l’auto in officina e chiedere un parere!

 

Quanto costa sostituire la cinghia distribuzione e come risparmiare

Il costo per cambiare la cinghia distribuzione comprende generalmente la manodopera e la sostituzione delle componenti accessorie, come ad esempio i cuscinetti tendicinghia. In base al modello di automobile poi possono esserci anche altre parti da sostituire.

In linea generale il costo dell’intervento di sostituzione si aggira sui 400/500 euro.

Chiedici un preventivo gratuito

E’ possibile risparmiare notevolmente sul costo di sostituzione della cinghia distribuzione a Belluno affidandosi ad un’officina autorizzata rispetto alla concessionaria. Il costo della manodopera specializzata infatti è più basso. Inoltre, l’officina multimarca può proporre dei pezzi di ricambio di concorrenza che hanno la stessa qualità dell’originale ma un prezzo più conveniente.

 

Posso cambiare la cinghia di distribuzione da solo?

No. Cambiare la cinghia distribuzione è un lavoro molto complesso. Servono i giusti attrezzi come le dime per regolare la chiusura delle valvole e tanta esperienza perché ogni auto ha la sua particolarità.

Una cinghia montata male incide sulla potenza del motore che potrebbe andare fuori fase. Tentare la sostituzione da soli rischia quindi di costare davvero molto di più. Infatti, oltre a restare a piedi, si potrebbe spendere 3 volte tanto per riparare il motore danneggiato.

Devi sostituire la cinghia distribuzione?

Controlla subito sul libretto di manutenzione della tua auto e chiedi un preventivo gratuito!